Bojano, la capitale del peperone • Prima Pagina Molise
Form
30-12-2016, 16:08 • Bojano • Cronaca

Bojano, la capitale del peperone

Un progetto che parte dal basso, lanciato in occasione della presentazione del libro di Michele TANNO, noto cultore e ricercatore dei prodotti autoctoni Molisani e padre dell'Associazione " Arca Sannita ". Un Gran Caffè Gentili stracolmo di gente interessata con una nota di grande rilievo culturale.
All'incontro c'era la vecchia guardia della cultura Bojanese. Il Prof. Michele Campanella, Oreste Gentile, accompagnati da cultori del paesaggio e della nostra terra come Rocco Cirino, pastori, allevatori, contadini e, finalmente, tanti giovani che, hanno potuto godere anche della musica del piccolo talento di Campochiaro, Francesco Scarselli, campione del Mondo di organetto.
La serata , aperta dalla prefazione del coordinatore dei Borghi d'Eccellenza , leader partner del progetto Borghi della Salute, ha visto interventi mirati del Prof. Marco Tagliaferri, presidente dei Borghi della Salute, e dell'autore del libro Michele Tanno.
Una platea attenta e convintamente attiva nel porre domande sollecitate dal tema della serata, ha dato il via ad un progetto che dal basso vedrà presto realizzarsi un orto sperimentale di varietà di ortaggi tipicamente Bojanesi.
Il tutto grazie allo spunto di quel Mechèle de Cole, personaggio esistito realmente, che ha rappresentato la vita Molisana di un uomo che girovagava il Molise e che, nonostante la sua manifesta incapacità mentale, ha dato nella semplicità di uomo povero, servizio significativamente espresso dallo spirito di adattamento, non più molto attuale per i tempi d'oggi.
La storia parte da San Biase per poi toccare Limosano, Lucito, Civitacampomarano, Petrella, sino ad arrivare in Puglia lungo le vie del tratturo. Transumante nella povertà più assoluta, di quella povertà che, con il suo sorriso, catturato nel 1946, dal fotografo di fama Mondiale, Tony Vaccaro, né traeva tesoro.
La copertina del libro, è senza dubbio, espressione poetica di tutto il racconto, di un racconto che mira all'innamoramento di un territorio unico quale il Ns amato Molise. Da qui lo sprone ai giovani e meno giovani, a donne e bambini ,nel partecipare attivamente alla riscoperta delle nostre identità nel nome di un progetto " Arca Sannita " che mira a riscoprire per conservare il nostro BIO, la nostra Vita per riportare in vita l'orto del Molise, Bojano, Orto del Molise.
Bojano, tempo addietro , era considerato l'Orto del Molise e con i suoi peperoni ha fatto la storia.
E come spesso nell'incontro si è assaporato saggiare la saggezza del passato. L'aggregazione è fonte di ricostruzione di un assetto sociale ormai sciatto e poco attento e, far cultura nei luoghi di incontro come i Bar, è forse, la via giusta per riportare l'attenzione ad un settore, quello culturale, in grave crisi di identità. Un plauso all'iniziativa è venuto dall'Assessore Comunale Michelina Iannetta e dal presidente del Consiglio Regionale Vincenzo Cotugno.

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia: