Gam, i lavoratori chiedono certezze • Prima Pagina Molise
Form
31-01-2017, 20:30 • Bojano • Politica

Gam, i lavoratori chiedono certezze

I lavoratori della GAM, al termine di un incontro, hanno stilato un documento approvato all'unanimità nel quale si chiesto conto al gruppo Amadori degli investimenti previsti per la filiera avicola molisana. "A fronte di possibili e ingenti risorse pubbliche a valere sull'area di crisi industriale complessa, fondi regionali ed europei necessari a garantire la ripresa e lo sviluppo della filiera avicola del Molise - scrivono i lavoratori in una nota -, l'azienda deve assumere impegni concreti attraverso la presentazione di un piano industriale che  definisca tempi certi per la ripresa di tutte le attività  e la ricollocazione del personale, sottoscrivendo apposito accordo in sede ministeriale congiuntamente alla Regione e al Ministero dello Sviluppo Economico".

Inoltre, viene sollecitato un "ruolo attivo" della Regione Molise "per evitare tempi lunghi nelle eventuali concessioni e autorizzazioni tecniche e burocratiche ma anche  il dovuto controllo sull'investimento delle risorse , pretendendo certezza sulla piena e stabile rioccupazione di tutto il personale".

Insomma, i 280 dipendenti GAM temono per il loro futuro e sollecitano l'avvio di "percorsi legati al piano  delle politiche attive del lavoro, finalizzato al recupero occupazionale (come, ad esempio bonus assunzioni,  percorsi volontari di accompagnamento alla pensione o di esodo anticipato incentivato; servizi specialistici; riqualificazione professionale outplacement)".

Infine, da Bojano si auspicano ulteriori ammortizzatori sociali "per recuperare il certo disallineamento tra tempi di realizzazione del progetto di rilancio industriale e la fine della cassa integrazione guadagni decretata fino a novembre 2017".

 

Per queste ragioni l'assemblea dei lavoratori GAM dà mandato alle RSU e alle OO.SS. di categoria di procedere nell'ottenimento di un quadro complessivo certo che risponda alla necessità  di garantire la ricollocazione per tutti i 280 lavoratori, attraverso la definizione del piano  industriale della società da un lato, e dall'altro, la piena applicazione delle politiche attive e passive più  volte annunciate dalla Regione.

A tal proposito, si legge ancora nel documento, l'assemblea ritiene non più  rinviabile la corretta e completa  profilazione dei lavoratori e l'individuazione di risorse sufficienti per dare seguito alle promesse avanzate sul fronte sociale. Urge altresì la necessità di definire la tipologia contrattuale che sarà applicata ( contratto di lavoro e di inquadramento) escludendo forme di contratto composto esclusivamente da tempi determinati e avventiziato o immaginare di applicare il contratto agricolo universalmente.

Come da sempre sottolineato, pur se il riavvio delle attività  produttive prevede tempi diversi, la tutela occupazionale e di reimpiego deve riguardare tutte le maestranze coinvolte, ammoniscono i sindacati: "Solo attraverso l'impegno di tutti e possibile raggiungere l'obiettivo principale del rilancio produttivo e della ripresa occupazionale, i lavoratori hanno già fatto la propria parte e continueranno a farla, ora tocca agli altri attori della vertenza, a partire dalla societàà ( che deve ancora perfezionare l'acquisto del lotto in questione) , e dalla Regione".

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus

Le reliquie

Il "cuore" di San Pio a Isernia suscitata commenti entusiastici o sarcastici. Il fondamento teologico e spirituale di tali forme di religiosità si ricerca nella convinzione che la dimensione del contatto materiale con il corpo di un santo o con una sua reliquia serva a partecipare dell'energia e della Grazia ivi contenuta

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Comunicati dai Gruppi
Form statistiche
Curiosità

La liquirizia riduce la fertilità

Uno studio americano sconsiglia il consumo della radice a quante desiderano un figlio

 

Foto Ansa

Cinque milioni di visualizzazioni per 'Webbastardo'

Spopola in rete il finto 'predicatore'. I cybernauti e lo scrittore Adelchi Battista lo esaltano. E' il nuovo Masaniello

 

Servizi