Bojano, ancora veleni. Storace contro Perrella: non ho condiviso nulla • Prima Pagina Molise
Form
18-07-2017, 7:53 • Bojano • Politica

Bojano, ancora veleni. Storace contro Perrella: non ho condiviso nulla


Su Facebook il leader nazionale si scaglia contro il coordinatore regionale, il quale, votando sì al bilancio di previsione, ha salvato l'amministrazione filo PD del Comune di Bojano. Poi, contattato da Primapaginamolise l'ex ministro si tira fuori: "Di questa vicenda non parlo".  E scoppia la grana dello Sprar, votato da Perrella contro la linea nazionale del movimento.




Tutti contro tutti. Non accenna a placarsi la bufera che si è scatenata nella politica regionale dopo la decisione di Carlo Perrella, l'esponente della minoranza a Bojano (eletto nella lista di Massimo Romano) che nei giorni scorsi ha deciso di votare sì al Bilancio salvando così l'amministrazione comunale del "fratturiano" Marco Di Biase che era ad un passo dal baratro.

Storace: Io non ho condiviso proprio nulla
Storace: Io non ho condiviso proprio nulla

Ad attaccare Perrella è ora direttamente il presidente nazionale del suo partito, il Movimento Sovranista. Francesco Storace prende le distanze via Facebook e lo fa rispondendo direttamente a Perrella che sul social network sosteneva di avere il sostegno del suo partito da Roma. 

"Il mio movimento, dal segretario nazionale al presidente, alla direzione nazionale, ha condiviso con me il percorso", le sue parole a chi lo accusava di aver fatto il salto della quaglia.  

A stretto giro la clamorosa smentita di Storace: "Io non ho condiviso proprio nulla". Una sconfessione pubblica da far arrossire. Perrella, insomma, avrebbe mentito, o per lo meno a Roma non ci sarebbe stato alcun raccordo tra i vertici sovranisti, visto che Alemanno era precedentemente intervenuto in suo favore.

Non finisce qui. Perché quando il coordinatore regionale tenta di correre ai ripari, la pezza è peggiore del buco. Poche ore dopo, infatti, Perrella scrive su fb: "Condivido il post del presidente Storace". Ma il diretto interessato è, ancora una volta, lapidario: "Non serve condividere i miei post quando si sostiene il contrario". Fine delle trasmissioni.



Contattato da Primapaginamolise, l'ex ministro taglia corto: "Di questa vicenda non parlo", risponde. In effetti lo ha già fatto in modo eloquente su fb.

Nel frattempo la base è in rivolta, con il coordinatore provinciale, Paolo Di Zanna, che parla di "forte imbarazzo" per le incoerenze del vertice regionale. A tenere banco è, infatti, anche un altro argomento molto caro alla destra: l'adesione del comune di Bojano dello Sprar con il voto favorevole di Perrella. E c'è chi, sempre su Facebook, rincara la dose e gli chiede, rimarcando la contraddizione con la linea politica nazionale: "Quindi il suo movimento ha condiviso anche il suo voto a favore dello Sprar a Bojano?". 

Non un buon inizio, per il neo movimento Sovranista, il cui referente molisano salva un'amministrazione benedetta dal centrosinistra e da Frattura e vota l'adesione allo Sprar, contro ogni indicazione nazionale.
In Molise, si sa, destra e sinistra sono optional.

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
"Non è un paese per vecchi", il capolavoro dei Fratelli Coen come parodia dell'editoriale di Primapaginamolise

Comunicazione, in Molise non è roba da giovani. Frattura dà l'incarico a un over70 in pensione

Il presidente della Regione nomina tra i suoi consiglieri Pasquale Passarelli che voci di corridoio vogliono imposto da Patriciello. Ruolo con rimborso spese per accreditare l'austerity di Palazzo e non creare nessuna opportunità di occupazione per professionisti giovani che l'attendono e la meritano. Da giorni nuova bufera sul governatore.

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Comunicati dai Gruppi
Form statistiche
Servizi