Bruxelles, Fanelli relatrice al Comitato delle Regioni: incassa l'ok della sessione plenaria • Prima Pagina Molise
Form
11-10-2017, 16:58 • Campobasso • Politica

Bruxelles, Fanelli relatrice al Comitato delle Regioni: incassa l'ok della sessione plenaria

L'intervento di Micaela Fanelli al Comitato delle Regioni di Bruxelles.
L'intervento di Micaela Fanelli al Comitato delle Regioni di Bruxelles.
Le priorità degli enti locali per una via della globalizzazione "basata sui diritti e non sui mercati" sono state discusse al Comitato delle Regioni a Bruxelles su proposta di Micaela Fanelli, membro molisano del Comitato che è stata relatrice del parere su uno dei pilastri sul futuro dell'Europa.

La sfida degli enti territoriali passa proprio attraverso le indicazioni formulate dalla Fanelli con il documento che è stato approvato dal Comitato a larghissima maggioranza (un solo voto contrario). "Occorre muoversi soprattutto in alcune direzioni - ha detto nell'aula ‘Alcide De Gasperi' del palazzo della Commissione Europea -: serve una implementazione del pilastro sociale per rafforzare la lotta alla povertà, introducendo obiettivi vincolanti. La crisi e la contrazione di investimenti per la protezione sociale, unitamente agli effetti della globalizzazione su alcuni territori, hanno aumentato la domanda di servizi locali e i territori a volte sono stati lasciati soli".

Per la Fanelli serve poi "un pieno riconoscimento e una reale effettività della politica comune in materia di asilo e migrazione legale, per la costruzione di partenariati con paesi terzi e strumenti di integrazione per gli immigrati e il pieno riconoscimento del ruolo e del valore del lavoro degli enti territoriali che soprattutto in alcuni Stati si sta svolgendo".

Micaela Fanelli a Bruxelles con il ministro Claudio De Vincenti
Micaela Fanelli a Bruxelles con il ministro Claudio De Vincenti

Sul piano della competitività il parere suggerisce: "Una strategia industriale europea globale e basata sul territorio; una strategia agricola più equa e sostenibile; un rafforzamento delle politiche per l'innovazione: un potenziamento degli investimenti e una nettizzazione della quota di cofinanziamento dal patto di stabilità".

Infine il tema delle aree rurali: "Serve una nuova politica europea non caratterizzata dai soli strumenti di politica agricola, ma capace di comprendere la necessità di preservare equilibri ecologici e demografici". Sono stati 39 gli emendamenti al parere presentati dai vari gruppi politici, quasi tutti inglobati nel testo della Fanelli; 5 invece sono stati dichiarati "irricevibili".

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
"Non è un paese per vecchi", il capolavoro dei Fratelli Coen come parodia dell'editoriale di Primapaginamolise

Comunicazione, in Molise non è roba da giovani. Frattura dà l'incarico a un over70 in pensione

Il presidente della Regione nomina tra i suoi consiglieri Pasquale Passarelli che voci di corridoio vogliono imposto da Patriciello. Ruolo con rimborso spese per accreditare l'austerity di Palazzo e non creare nessuna opportunità di occupazione per professionisti giovani che l'attendono e la meritano. Da giorni nuova bufera sul governatore.

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Comunicati dai Gruppi
Form statistiche
Servizi