Ancora un riconoscimento per Di Maria. Con "Olocausto" vince il primo premio ad Alfedena • Prima Pagina Molise
Form
05-02-2014, 16:55 • Campobasso • Arte

Ancora un riconoscimento per Di Maria. Con "Olocausto" vince il primo premio ad Alfedena

L'opera "Olocausto" di Antonio Natale Di Maria.
L'opera "Olocausto" di Antonio Natale Di Maria.
Ancora un importante riconoscimento per l'artista molisano Antonio Natale Di Maria. Nei giorni scorsi si è visto assegnare il primo premio, con la sua opera "Olocausto", alla mostra-museo dedicata al tema "Guerra", che si è svolta ad Alfedena, in Abruzzo. Il presidente Antonio Pallotta, il curatore Piernicola Maria Di Iorio e il critico d'arte Gioia Cativa, hanno deciso di assegnare il massimo riconoscimento allo scultore riccese con la seguente motivazione: "Lavoro dal 'pesante' valore concettuale, ma 'leggero' nella sua realizzazione; l'opera è l'ascesa della rinascita, la riscoperta della dignità umana e la consapevolezza del potere distruttivo della guerra. E' il ricongiungimento degli uomini che, coraggiosamente, risalgono la china e si abbracciano dinanzi alla vita". L'iniziativa si è tenuta nell'ambito di "Storie per tramandare la storia", un evento ideato dal Comune di Alfedena e dall'assessorato al Turismo, organizzato e curato dall'associazione socio-culturale "Sm'Art".
"Ha una lettura ascensionale la scultura di Di Maria - si legge nel catalogo della mostra -, una figura filiforme che si eleva sino al culmine della rinascita della vita umana, minata dalle atrocità della guerra. I fori lungo la parte bassa della superficie rappresentano le manchevolezze della guerra, sono le sofferenze da essa causate; tutto ciò, però, non impedisce all'uomo di risalire la china: varie figure si 'accucciano' fra di loro, si 'abbracciano' sino al vertice della scultura, dove l'esaltazione della rinascita dell'uomo vince sulla distruzione da lui stesso causata; l'uomo è vittima e carnefice allo stesso tempo".

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
"Non è un paese per vecchi", il capolavoro dei Fratelli Coen come parodia dell'editoriale di Primapaginamolise

Comunicazione, in Molise non è roba da giovani. Frattura dà l'incarico a un over70 in pensione

Il presidente della Regione nomina tra i suoi consiglieri Pasquale Passarelli che voci di corridoio vogliono imposto da Patriciello. Ruolo con rimborso spese per accreditare l'austerity di Palazzo e non creare nessuna opportunità di occupazione per professionisti giovani che l'attendono e la meritano. Da giorni nuova bufera sul governatore.

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Curiosità

La liquirizia riduce la fertilità

Uno studio americano sconsiglia il consumo della radice a quante desiderano un figlio

 

Foto Ansa

Cinque milioni di visualizzazioni per 'Webbastardo'

Spopola in rete il finto 'predicatore'. I cybernauti e lo scrittore Adelchi Battista lo esaltano. E' il nuovo Masaniello

 

Servizi