Te piace 'o presepio? Via Carducci come San Gregorio Armeno. La grande bellezza del Natale nell'arte magica di Guarino • Prima Pagina Molise
Form
11-12-2014, 17:30 • Campobasso • Arte

Te piace 'o presepio? Via Carducci come San Gregorio Armeno. La grande bellezza del Natale nell'arte magica di Guarino

La mostra Te piace 'o presepio aperta tutti i giorni fino al 6 gennaio prossimo. Ingresso gratuito.

Te piace ‘o presepio? Eduardo De Filippo, l'immenso cantore del teatro napoletano, sarebbe stato colpito e attratto dall'atmosfera sospesa, custodita con una garbata discrezione in una curata villetta di via Carducci a Campobasso. Natale in casa Cupiello è più che una citazione, è richiamo e suggestione. Perché la visita al piano terreno del civico 81 è un'immersione nella meraviglia. Un sipario aperto che mozza il fiato sulla mostra dell'arte dei presepi di Antonio Guarino.

Trent'anni di una passione lenta, affascinante, viscerale, cui nella vita pochi hanno la fortuna di dare una forma con le proprie mani. Qui dentro trent'anni e li senti, li vedi, li immagini uno per uno, trascorsi al di là di tutto, della professione, degli impegni quotidiani, dei doveri e delle noie, estate, inverno e autunno, ogni giorno uguale all'altro, tutto per dare sfogo a una creatività che desta un solo sentimento: l'ammirazione. Costruire, armonizzare, inventare scene di vita in gesso, ceramiche e sete preziose così ben fatte che vanno oltre la vita vera. E sanno del Natale più puro.

  

Dettagli piccolissimi in atmosfere affascinanti, uno dietro l'altro, diciassette presepi, microcosmi in costume antico, che incantano lo spettatore che, probabilmente inconsapevole dell'esperienza che lo aspetta, si affascia, quasi scettico, nella villetta silenziosa di via Carducci a Campobasso. Ecco è qui, al civico 81 che un mondo speciale si apre e ti avvolge senza possibilità di ritorno. Perché una volta che li vedi, li ammiri, questi spettacoli di arte varia presepiale, non sai più tornare indietro.

Pensi solo al tempo che ci vorrebbe per studiare ogni effetto che l'artista, noto signore dell'abbigliamento cittadino, ha saputo creare non per sé né per gli altri ma per l'amore verso il presepio. Offerto senza pretese, con generosità contagiosa, a chi ha voglia di immergersi in questo mondo di cartapesta e sughero che sembra più vero e soprattutto più bello della realtà. La mostra, gratuita, è sempre aperta fino al 6 gennaio ogni pomeriggio dalle 16 alle 20.

 

Te piace ‘o presepio? Certo che ti piace, ti strega, ti incanta, ti inchioda. La mano di Guarino è una mano magica, una mano che conosce la pazienza del piccolo gesto che crea la grande arte, la grande bellezza. Perché è questa, la grande bellezza di pastori fatti a mano, tutti commissionati con rigore allo stesso creatore di sempre che supera la fama di San Gregorio Armeno, la grande bellezza di casette che non solo richiamano le suggestive ambientazioni del ‘700 napoletano, ma che dietro una casina, una salita, nascondono i castelli molisani, la bellezza che ti lascia ammirato dietro le vetrine che proteggono queste meraviglie silenziose. Senza tempo. Silenziose come i personaggi che attendono e amano la Natività. Questo, alla fine, è il sentimento comune. L'amore di un popolo per la nascita del suo Salvatore.

 

Meraviglie silenziose destinate a diventare ancora più numerose. Al centro della sala che don Antonio Guarino, 74 anni vissuti all'ombra del presepio, ha destinato alla sua passione è già pronta una teca e con la teca è pronto un schizzo: il progetto per la 18esima ambientazione più calda che si chiama in ogni famiglia del mondo Natale. L'anno prossimo in via Carducci sarà lì a farsi ammirare.

   

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
Il premio rivcevuto a Los Angeles da 'Lontano dagli occhi".

Tv, dopo Berlino Iannacone vince anche a Los Angeles

Dopo la vittoria di Berlino nuova affermazione del molisano Domenico Iannacone che, con 'Lontano dagli occhi' vince il Realscreen Awards di Los Angeles. Una vittoria ancora più prestigiosa perché ottenuta contro documentari prodotti da Bbc e Chanel 5. Il verdetto è arrivato nella notte. "E' una sensazione bellissima vedere che anche lontano da qui il nostro lavoro e' amato", ha commentato a caldo il giornalista.

 Domenico Iannacone sul tetto d'Europa, vince il Civis a Berlino

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Curiosità

La liquirizia riduce la fertilità

Uno studio americano sconsiglia il consumo della radice a quante desiderano un figlio

 

Foto Ansa

Cinque milioni di visualizzazioni per 'Webbastardo'

Spopola in rete il finto 'predicatore'. I cybernauti e lo scrittore Adelchi Battista lo esaltano. E' il nuovo Masaniello

 

Servizi