Start up innovative, Molise penultimo • Prima Pagina Molise
Form
31-10-2016, 12:05 • Campobasso • Economia/Finanza

Start up innovative, Molise penultimo

La maggior parte delle nuove imprese (70,52%) fornisce servizi alle aziende. Queste ultime soffrono ancora e, da noi, la produzione software e la consulenza informatica non decollano

Cresce il numero delle startup innovative iscritte al Registro delle Imprese, raggiungendo quota 6363, in aumento di 420 unità rispetto alle fine di giugno con un aumento in percentuale pari a 7,07%. Sono questi i dati emersi 9° rapporto trimestrale sui principali trend demografici e finanziari delle startup innovative italiane, realizzato dal Ministero dello Sviluppo Economico in collaborazione con InfoCamere e UnionCamere. A differenza dei report presentati, quello emerso dalle più recenti elaborazioni, permette per la prima volta di esaminare i dati relativi ai bilanci 2015, indicativi di 3853 sulle 6363 startup iscritte.
La maggior parte delle startup (70,52%) continua a fornire servizi alle imprese (produzione software e consulenza informatica). Il 19,6% opera nei settori dell'industria in senso stretto (su tutti: fabbricazione di computer e prodotti elettronici e ottici, 3,8%; fabbricazione di macchinari, 3,5%; fabbricazione di apparecchiature elettriche, 2,2%) mentre il 4,4% opera nel commercio.
La Lombardia resta la regione con più startup innovative 1.382, pari al 21,72% del totale nazionale. Seguono l'Emilia-Romagna con 782 (12,29%), il Lazio 625 (9,82%), il Veneto 492 (7,73%) e la Campania 404 (6,35%), che per la prima volta è entrata tra le prime cinque superando il Piemonte. In coda alla classifica figurano la Basilicata con 48, il Molise con 25 e la Valle d'Aosta con 14 startup innovative.
La regione con la più elevata incidenza di startup innovative in rapporto al totale delle società di capitali è il Trentino-Alto Adige, con 105 startup ogni 10mila imprese. Seguono le Marche con 77, l'Emilia-Romagna con 70, il Friuli Venezia-Giulia con 63 e la Valle d'Aosta con 62.

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia: