Prestiti alle imprese, lievi segnali di miglioramento per gli artigiani • Prima Pagina Molise
Form
12-12-2016, 13:06 • Campobasso • Economia/Finanza

Prestiti alle imprese, lievi segnali di miglioramento per gli artigiani

I dati resi disponibili grazie alla collaborazione tra l'Ufficio Studi di Confartigianato Imprese e Artigiancassa indicano che la flessione del credito all'artigianato persiste nonostante alcuni leggeri segni di inversione della tendenza. In Molise tali segni mostrano una tendenza più accentuata verso il miglioramento.

A giugno 2016 si è registrato uno stock, comprensivo delle sofferenze, concesso alle imprese artigiane di 43,5 miliardi di euro ed in diminuzione in un anno di 2,7 miliardi, pari al -5,8% (era -6,1% il trimestre precedente e -4,6% un anno prima). L'artigianato rappresenta il 5,0% del totale dei prestiti alle imprese, ma nell'ultimo anno il calo di 2,7 miliardi di euro del comparto spiega per il 12,2% della diminuzione complessiva di 21,9 miliardi di euro rilevata per i prestiti al totale delle imprese. In quattro anni (giugno 2012-giugno 2016) i prestiti all'artigianato si sono ridotti complessivamente del 18,4%, pari a 9,8 miliardi di euro in meno, un calo quasi doppio rispetto a quello registrato dal totale imprese (-10,4%).

La flessione del credito all'artigianato a giugno 2016 è diffusa in tutte le regioni: il calo meno accentuato è quello del Lazio con il -2,5%, seguito dalla Sardegna con il -3,0% e da Valle d'Aosta e Molise, entrambi con il -3,3%; in 10 regioni su 20 - che sommano prestiti per 25,9 miliardi di euro (59,4% del totale) - la dinamica tendenziale dei prestiti all'artigianato migliora rispetto a quella rilevata nel trimestre precedente. Anche in tutte le 110 province si registrano flessioni - di cui 50 sono superiori alla media -, ma un segnale positivo proviene dalle 54 province (tra cui Campobasso) per cui si rileva un trend dei prestiti in miglioramento o stabile rispetto al trimestre precedente (erano 36 province lo scorso trimestre).

Osservando la distribuzione territoriale dei prestiti all'artigianato si osserva che il Centro-Nord assorbe l'83,4% dei prestiti all'artigianato - il 33,5% nel Nord-Ovest, il 30,4% nel Nord-Est ed il 19,5% nel Centro - ed al Mezzogiorno va il restante 16,6%.  A giugno 2016 in tutte le regioni si osserva una discesa dello stock dei prestiti all'artigianato: il calo meno accentuato è quello del Lazio con il -2,5%, seguito dalla Sardegna con il -3,0% e da Valle d'Aosta e Molise, entrambi con il -3,3%. All'opposto le riduzioni più marcate sono quelle di Marche (-13,8%), Umbria (-8,2%) ed Abruzzo (-8,0%).

In diciassette regioni su venti il peso del credito all'artigianato sull'ammontare dei prestiti erogato al totale delle imprese supera la media (5,0%) ed i valori maggiori si rilevano per: Molise (8,9%), Marche (8,6%), Trentino-Alto Adige (8,0%), Umbria e Valle d'Aosta (entrambe con il 7,9%).

Più in generale, ad agosto 2016 persiste una marcata diminuzione del -2,4% dei prestiti alle imprese con meno di 20 addetti, sostanzialmente in linea con il -2,3%% dell'anno precedente.

A settembre 2016 le società non finanziarie - escluse le famiglie produttrici - mostrano una flessione dello 0,2% mentre i prestiti al totale delle famiglie registrano un aumento dell'1,6%. Anche il volume dei nuovi prestiti alle imprese, dopo il ciclo positivo dello scorso anno, torna in territorio negativo e nei primi nove mesi del 2016 segna una flessione del 16,6%.  Nel confronto europeo ad ottobre 2016 i prestiti alle imprese nell'Ue crescono del 2,1% mentre in Italia dello 0,8%, in miglioramento rispetto al +0,1% di settembre.

Nel settore manifatturiero le condizioni di accesso al credito sono peggiori per le piccole imprese: la percentuale netta di imprese che riportano difficoltà di accesso al credito per le piccole imprese è pari a -2 mentre il saldo per le medio-grandi imprese è positivo per 5. Nel dettaglio il 12,8% delle piccole imprese dichiara un peggioramento delle condizioni di accesso al credito; da quattro anni persistono migliori condizioni di accesso al credito per imprese medio-grandi.  Sul fronte della qualità del credito un segnale positivo proviene dal calo delle sofferenze sui prestiti alle imprese: a settembre 2016 lo stock di sofferenze relative al credito alle imprese è pari a 157,4 miliardi di euro: rappresenta il 18,0% dei prestiti lordi e diminuisce dell'1,4% rispetto allo stesso mese del 2015, mentre un anno prima registrava una crescita del 13,1%.

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus
Il premio rivcevuto a Los Angeles da 'Lontano dagli occhi".

Tv, dopo Berlino Iannacone vince anche a Los Angeles

Dopo la vittoria di Berlino nuova affermazione del molisano Domenico Iannacone che, con 'Lontano dagli occhi' vince il Realscreen Awards di Los Angeles. Una vittoria ancora più prestigiosa perché ottenuta contro documentari prodotti da Bbc e Chanel 5. Il verdetto è arrivato nella notte. "E' una sensazione bellissima vedere che anche lontano da qui il nostro lavoro e' amato", ha commentato a caldo il giornalista.

 Domenico Iannacone sul tetto d'Europa, vince il Civis a Berlino

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Curiosità

La liquirizia riduce la fertilità

Uno studio americano sconsiglia il consumo della radice a quante desiderano un figlio

 

Foto Ansa

Cinque milioni di visualizzazioni per 'Webbastardo'

Spopola in rete il finto 'predicatore'. I cybernauti e lo scrittore Adelchi Battista lo esaltano. E' il nuovo Masaniello

 

Servizi