Studenti Erasmus al Neuromed • Prima Pagina Molise
Form
27-07-2016, 20:24 • Venafro • Università

Studenti Erasmus al Neuromed

Da Pozzilli parte il progetto che offre ai ragazzi una costruttiva esperienza lavorativa in Europa

La Fondazione Neuromed promuove, con il finanziamento della Commissione Europea, il progetto Mobi-care: european work-based learning paths to enhance employability of young learners in the social and health care sector. L'iniziativa, sviluppata in collaborazione con Reattiva, rientra nel Programma Erasmus+ e intende sostenere tra i giovani studenti e neodiplomati percorsi europei di apprendimento basati sul lavoro al fine di migliorare l'occupabilità nel settore sociale e sanitario.
Il progetto è infatti rivolto agli studenti delle classi IV ed ai neodiplomati di Istituti d'Istruzione Secondaria Superiore ad indirizzo Socio-Sanitario, aventi sede nelle regioni Molise, Lazio e Toscana.
Le attività progettuali, da sviluppare nei prossimi mesi, intendono promuovere la mobilità internazionale finalizzata alla formazione dei due target (sociale e sanitario), con il preciso intento di favorire l'acquisizione di competenze settoriali ed il rapido inserimento nel mercato del lavoro, stimolare lo spirito all'auto-imprenditorialità e, attraverso una precisa azione di valutazione e certificazione, contribuire al trasferimento e al riconoscimento di competenze, attraverso il sistema ECVET.
Il progetto mira, inoltre, ad aumentare la capacità propulsiva del settore socio-sanitario delle Regioni coinvolte, aprendo a reti commerciali interregionali ed internazionali e a favorire il miglioramento della condizione lavorativa dei giovani e delle donne in modo particolare, contribuendo al rafforzamento del sistema di PMI, vero punto di forza dell'economia nazionale e europea. Uno stimolo a tale obiettivo è rappresentato proprio dalla possibilità di "importare", dai Paesi ospitanti, pratiche innovative in Italia.
Le attività si svolgeranno in Spagna, Portogallo, Malta, Regno Unito, Francia e Germania, nelle loro aree più ricche di PMI di settore, tramite tirocini di 40 ore settimanali, per un totale di 160 ore per gli studenti che svolgeranno una mobilità di 1 mese; oppure di 520 ore da realizzarsi nell'arco di 3 mesi di mobilità internazionale per i neo diplomati. Le ore di tirocinio svolte nell'ambito del progetto sono cumulabili per il raggiungimento del numero di ore di Alternanza Scuola/Lavoro previste dall'ultima Legge Nazionale.
Un'esperienza formativa concreta, dunque, che garantirà l'acquisizione di conoscenze specifiche nel settore socio-sanitario nonché di best practices da portare in Italia. L'acquisizione di tali conoscenze è infatti fondamentale per operare all'interno di aziende specializzate e per ottenere risultati nel mercato del lavoro sempre più internazionale e competitivo.
"La Fondazione Neuromed promuove un progetto di internazionalizzazione in un momento sociale molto particolare. - afferma Mario Pietracupa, Presidente della Fondazione Neuromed - Al di là dell'importantissima valenza occupazionale e formativa, infatti, crediamo che quella della mobilità internazionale finalizzata alla formazione rappresenti anche un messaggio di integrazione e di apertura, affinché i nostri ragazzi si sentano davvero cittadini del mondo. Un concetto da enfatizzare ancora di più in un momento di forte tensione e attenzione sociale. Le vicende internazionali e negative devono indubbiamente preoccupare ma, anche in questo caso, noi le affrontiamo senza chiusure e continuando ad educare i nostri giovani affinché tutti si sentano parte integrante di una società multietnica e multiculturale. Pensiamo che sia questa la migliore maniera per reagire e per isolare chi cerca di seminare terrore alimentando la politica del sospetto e della discriminazione. Siamo convinti che proprio i giovani possano essere i veri ambasciatori di pace della società del futuro".
"Il finanziamento della Commissione europea di un progetto così ambizioso ci riempie di orgoglio, - afferma Emilia Belfiore, Responsabile dell'Ufficio Ricerca&Sviluppo dell'I.R.C.C.S. Neuromed - dimostrando che, aldilà di luoghi comuni che vedono vincenti solo le grandi lobby, è sempre la qualità tecnico-scientifica a fare la differenza in Europa ed il partenariato Fondazione Neuromed-Reattiva è stato promosso a pieni voti."

Condividi questa notizia:

condividi su oknotiziecondividi su del.icio.uscondividi su facebookcondividi su diggcondividi su linkedincondividi su technoraticondividi su googlecondividi su yahoocondividi su livecondividi su stumbleuponcondividi su furl

Commenta questa notizia:

 

Focus

Elezioni, minitest in Molise: a giugno si vota in 18 comuni

Sarà un minitest elettorale quello delle prossime Amministrative in Molise fissate per l'11 giugno In regione appena 18 i comuni interessati (15 della provincia di Campobasso e 3 della provincia di Isernia). Si tratta esclusivamente di piccoli centri, tutti al di sotto dei 15mila abitanti, non è previsto dunque il ballottaggio. 

 

Segui PPM anche su facebook!

 

Approfondimenti
Curiosità

La liquirizia riduce la fertilità

Uno studio americano sconsiglia il consumo della radice a quante desiderano un figlio

 

Foto Ansa

Cinque milioni di visualizzazioni per 'Webbastardo'

Spopola in rete il finto 'predicatore'. I cybernauti e lo scrittore Adelchi Battista lo esaltano. E' il nuovo Masaniello

 

Servizi